Di Antonio Galdo
Dormiamo sempre meno e sempre peggio. Stress, impegni che si sommano, troppo uso della tecnologia: tutto a danno della salute. Il giusto riposo è di otto ore a notte, che garantiscono benessere e lucidità al mattino seguente. Ma quanti italiani riescono a concederselo? Ben pochi, visto che negli ultimi 30 anni in media abbiamo perso due ore di sonno per notte. Secondo uno studio dell’Ospedale San Raffaele di Milano, trent’anni fa, infatti, gli adolescenti dormivano 9 ore e mezza per notte rispetto alle 7 e tre quarti di oggi mentre per gli adulti negli ultimi 10 anni si è passati dalle 7 ore e mezza alle 6 e mezza. Non dormire è innanzitutto uno spreco. Di tempo, di salute, di lucidità. Di vita, se volete.
Ho tanti amici che non riescono a dormire. Stressati, con i pensieri che si accumulano e l’incubo di non riuscire a fare tutte le cose previste nel corso di faticose giornate di lavoro, impauriti dai problemi quotidiani che talvolta sono incubi. Dico a loro, come a tutti i lettori del sito, che non dormire è rischioso.

RISCHI DEL DORMIRE POCO

I numeri sono drammatici, se tenete conto che nel mondo l’80 per cento della popolazione adulta accumula un deficit di sonno, cioè dorme meno di quanto serve. E come dimostrano sul piano scientifico anche recenti studi pubblicati su autorevoli riviste come Science e The Journal of Neurosciencedormire meno del necessario può trascinarci nel baratro della tachicardia o peggio, delle malattie degenerative del cervello. Parliamo di Alzhemier e Parkinson, per esempio.

RIMEDI CONTRO L’INSONNIA

Che fare? Innanzitutto bisogna conoscere il numero di ore di sonno di cui ciascuno di noi, per età e anche per la tipologia del proprio organismo, ha bisogno. Poi bisogna avere disciplina e metodo nel sonno, e non considerarlo solo una banale e ordinaria abitudine. Il sonno è salute, è la prima medicina dell’uomo, da sempre.

CONSIGLI PER DORMIRE BENE

Terzo: cercate di non sprecare soldi con tranquillanti e sonniferi, e prendeteli solo se e quando ve lo dice un bravo medico. Infine, utilizzate tutte le armi giuste per creare le migliori condizioni per una buona dormita.
Prima di andare a letto, ad esempio, godetevi la compagnia della vostra famiglia, le risate con gli amici, una gradevole conversazione. E spegnete la televisione, specie se manda in onda cose inutili da ascoltare, cioè un altro spreco di tempo, di salute e di intelligenza.